Una corretta igiene orale professionale e domiciliare è fondamentale per mantenere più a lungo un sorriso sano.

Il miglior alleato per una corretta igiene orale domiciliare è lo spazzolino. Questo strumento più importante per la prevenzione delle carie e dei disturbi gengivali. Per una corretta pulizia della propria bocca è necessario lavarsi i denti dopo ogni pasto o dopo l’assunzione di cibi zuccherati ma ancor più importante è spazzolare nel modo giusto.

In relazione alla scelta dello spazzolino i medici dello Studio consigliano di utilizzare uno spazzolino con un’impugnatura ergonomica per non scivolare o ruotare durante l’uso e con delle setole artificiali piuttosto che naturali in quanto trattengono più acqua ed è più facile che si  prolifichino muffe e batteri.

La durezza della setola dipende dal diametro e la setola ideale è quella media, mentre la setole dure sono più invasive su gengive e denti. Le setole morbide,invece, devono essere utilizzate dopo un intervento chirurgico in modo che lo spazzolamento non risulti troppo aggressivo nelle zone appena trattate.

Inoltre, alcuni spazzolini hanno sulla parte della testina una superficie irregolare in gomma che funge da pulisci lingua.

I medici della Studio Medico D’Uggento sono molto attenti ad  indicare, durante le visite, la miglior tecnica di spazzolamento in base alle esigenze di ogni paziente.

Qui diamo un accenno alla tecnica di spazzolamento che potrete approfondire con il medico alla prossima visita:

1.Collocate lo spazzolino a 45° rispetto alla linea gengivale e strofinate allontanandolo dalle gengive.

2.Pulite delicatamente la superficie esterna, interna e la superficie di masticazione del dente con brevi movimenti indietro e in avanti.

3.Per pulire le superfici interne dei denti anteriori, tenete lo spazzolino in verticale e strofinate delicatamente in alto e in basso con la punta.

4. Durante la pulizia, è consigliabile spazzolare anche la lingua.

Inoltre,  quando le setole della spazzolino si piegano è segnano che è  momento di cambiare lo spazzolino, generalemente dopo 4-5 mesi.

Infine, si consiglia come tempo di spazzolamento  circa 2 minuti, ricordando che è molto più importante come si spazzolino i denti, piuttosto che il tempo che impieghiamo nello spazzolamento ed è indifferente l’utilizzo del tipo di spazzolino  perchè quello che conta è il modo in cui utilizziamo lo strumento.

Almeno una volta all’anno è consigliato recarsi dal medico dentista di fiducia per effettuare un controllo per mantenere una bocca sana e ma soprattutto per evitare di spendere più soldi in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *